Pensieri a pois

15:34


 
source

Vestirsi di pois ha un sapore tutto suo. 
Ha quel sapore anni '50 che affascina ancora.
Quando ti vesti di pallini, ti senti come in un cartone animato della Walt Disney.
Tutto diventa fiabesco ed ironico e si colora di vivacità intorno. 
Tutto assume un aspetto più allegro e piacevole. 
Tutto ti sa di ciliegie appena raccolte, di caramelle gommose alla fragola, di graziose coccinelle portafortuna, di gelato alla crema e fruttato.
E mi diverto più ad osservarli sugli altri che su me stessa. 
Come se qualcuno avesse lanciato per aria coriandoli e poi se li fosse incollati addosso.
Come il look a pois di Kate Middleton quando poche settimane fa presentò assieme a William il principino appena venuto al mondo. Così sbarazzina, così retrò. Ed è piaciuta a tutti.

Pois.

Il pois ti svaga, ti rasserena, ti fa tornar bambina.
L'alternanza di una fantasia rotondeggiante che o la ami o la odi. Non vedo vie di mezzo.
Ripetitivi o irregolari, macro o micro, l'effetto finale è sempre casual, romantico e ricreativo. 
E tutto viene contagiato da una leggera e cauta magia che ti porta a fantasticare, perché il pois diventa un linguaggio, un modo di essere, di pensare e di espressione. 
Una poesia scritta da adolescente che parla del primo amore. 
Così dolce e carezzevole, senza spigoli e angoli.
E da qui ti rendi conto che anche il pallino può trasformarsi nella più indecifrabile peculiarità moderna.

 

    

You Might Also Like

2 commenti

Grazie per essere passato di qui.