venerdì 26 maggio 2017

It's cactus time


Cactusmania

Forse c’era un po’ da aspettarselo che dopo la flamingo mania e l’invasione dei pineapples, la tendenza tropicale non si sarebbe facilmente arrestata.

I must have in fatto di tendenza e di home decor per questa Estate 2017 si coloreranno di motivi particolarmente “spinosi” e audaci dato che i cactus ispireranno il mood trionfante di questa stagione primaverile/estiva a cui ci stiamo pian pianino avvicinando.
Lo stile Jungalow non a caso è l’ultimissima tendenza interior in fatto di arredamento, con richiamo bohemian-chic combinato a colori rasserenanti dove predomina il verde, a tessuti leggeri etnici e a tante piante grasse e a meravigliose varietà di cactus, con diverse forme e altezze.
Il motivo della pianta grassa del deserto – sia vera che fake – ha travolto ogni cosa regalando un grintoso tocco creativo e wild ad abiti leggeri e t-shirt, wallpaper, cover per telefonini, candele, appendiabiti, orologi da polso e da parete, borse e pochette, stampe, zerbini, prodotti per la cura del corpo, cuscini, parure letto, accessori ed oggetti di design ad edizione limitata. Il fascino del deserto e della natura esotica regneranno dentro casa vostra come mai prima d’ora, portando un’aura di relax e di calore tipico delle spiagge equatoriali.
Il cactustrend ha dato vita a briose e cangianti creazioni per ogni tipo di ambiente, per adulti e per i bambini, per metterci in sintonia con la natura, anche se questo genere di piante è più legato allo stile bohemian americano che al nostro gusto europeo.
E per chi non ha proprio il pollice verde ed è totalmente negato con le piante e i fiori e varie ed eventuali, sappiate che il cactus è proprio la pianta che fa per voi: versatile e resistente, dalle forme goffe e simpatiche, senza il bisogno di particolari accorgimenti, le piante grasse necessitano di poca acqua e di poche cure [attenzione che dopo questa mia dichiarazione potrebbe nascere qualche cactofilo tra di voi!].

Non mi è ancora chiaro quale sia il colore reale del mio pollice, ma per gli spazi green di casa mia non possono mancare queste piante succulenti che donano un’impronta glam e leggera, mettono anche il buonumore e serenità e diventano oggetto di “provocazione” per Ufus the Pug che ancora non l’ha capito che le spine non sono proprio il massimo per giocarci.
Nella gallery qui di seguito trovate alcune simpatiche proposte sia da indossare che per completare l’arredo della vostra abitazione e farla diventare un’oasi stilosa in perfetto stile western, indoor ma anche per la terrazza e il giardino. 
Lasciatevi contagiare e non abbiate timore delle spine, a meno che non abbiate intenzione di prendervi il cuscino della suocera.

It’s cactus time!

Mug cup - Etsy - €11,97
Portachiave - H e M - €3,99

Calzini Cacti - Gallinasmilza - €17,50
Cactus embroidered platform smoking slipper - Soludos - €71,08
Orecchini cactus - Mango - €9,99
Vaso sferico in ceramica - Maison du Monde - €8,99
Jeans Relax Fit cactus ricamati - Bershka - €
Abito in jersey - H e M kids - €3,99
Custodia Iphone - Etsy - €14,81
Fermaporta cactus - Maison du Monde - €12,99
Cuscino puro cotone stampa cactus 45x45 - Coincasa - €12,45
Mobile a 3 cassetti L30 cm x P 22 x h 52 - Maison du Monde - €74,99
Piatto in ceramica - Bloomingville - €13,95
Porta capsule caffè - Amazon - €19,46


Francesca Maria
     

lunedì 22 maggio 2017

7 Foodblogger reinventano Mela Val Venosta tra Naturalità e Bontà!


La torta di mele è uno dei miei dolci preferiti perché sa di tradizione, di genuinità e di casa.
Se anche voi volete spezzare la settimana con dolcezza come me, provate a farla.
Anche una sola fetta, credetemi, farà miracoli.




TORTA DI MELE E MIELE

Ingredienti (per uno stampo diam. 18 cm):
2 uova intere
50 gr di zucchero semolato
4 cucchiai di miele
100 gr di farina 00
50 gr di farina integrale
½ bustina di lievito vanigliato per dolci
succo di 1 limone
60 ml di olio di semi
latte q.b.

Procedimento:
Accendere il forno in modalità statico a 180°C.
In una ciotola capiente sbattere con le fruste elettriche le 2 uova con lo zucchero e il miele fino ad ottenere un composto chiaro e bello spumoso.
Aggiungere poi le farine con il lievito setacciati, l'olio, 1 cucchiaino di succo di limone e qualche cucchiaio di latte, giusto per rendere più morbido l'impasto. Mescolare per bene e poi versare nella tortiera foderata di carta forno, livellare e inserire le fettine di mela a raggiera.
Mettere il dolce in forno e far cuocere per circa 30-40 minuti.
A fine cottura, far raffreddare e dopo mezz'oretta spalmare un po' di miele in superficie per rendere la torta lucida.



Francesca Maria
     

mercoledì 17 maggio 2017

7 Foodblogger reinventano Mela Val Venosta tra Naturalità e Bontà!


Le insalate stanno diventando la mia passione, ma non sto per diventare insalatologa, sia chiaro. 
Sarà anche l'arrivo (imminente non sembra a quanto pare, ma ci speriamo) dell'Estate, la voglia di freschezza, di cibo che regali vitalità, colore e leggerezza, il desiderio di avere una pelle più colorata, gli allenamenti di tennis che mi portano ad avere meno tempo per preparare la cena, gli ultimi libri letti tra cui "Insalate" di Davide Bez che trovo pieno di brillanti idee, ma le insalate nella mia cucina stanno dimostrando un'audacia che sorprende pure me stessa.


Ogni giorno provo mescolanze diverse, con sapori e profumi più o meno contrastanti, come se avessi a disposizione una tavolozza e un'infinita varietà di colori e pennelli e decori e volessi creare dipinti e opere d'arte sempre diversi, ma con lo stesso tema in comune che è la salute.
Non sapete come mi diverto.


INSALATA DI SPINACINO, MELA VAL VENOSTA, RICOTTA AFFUMICATA E NOCI

Ingredienti:
bacche di aronia
insalata spinacino
ricotta affumicata
gherigli di noci
1 limone bio
olio extravergine di oliva
pepe nero

Procedimento:
Lavare bene la mela, togliere il torsolo e affettarla senza togliere la buccia. 
Lavare e asciugare anche l'insalata. 
Riunite tutti gli ingredienti preparati in un'insalatiera aggiungendo la ricotta affumicata, le noci tritate grossolanamente e le bacche di aronia.
Condire con ½ cucchiaio di succo di limone, 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva e una macinata di pepe nero.  


Sul blog di Mela Val Venostra trovate tantissime ricette realizzate con queste deliziosissime mele venostane! Non perdetevele!

Francesca Maria
     


martedì 16 maggio 2017

La Flamingo mania, il trend del momento


Flamingo mania 2017


Tutto ebbe inizio nel 1957, grazie a Donald Featherstone, il vero inventore del Pink Flamingo di plastica, che gli valse persino il premio Nobel per l’Arte nel 1996.
Poi ci fu anche il celebre Andy Warhol che successivamente fece diventare questo pennuto parte della pop art, tanto che nel 1987 l’uccello di plastica fu proclamato un contributo essenziale dell’arte popolare americana.
Cenno storico a parte, attualmente so che molti li definiscono kitsch e poco eleganti, sia in ambito di interior design che di moda e abbigliamento.
Ma a me loro stanno anche simpatici, con quel becco nero ricurvo, quel plumage rosa così allegro e frizzante, quegli occhioni grandi e vivaci e quelle gambe lunghissime che manco quelle della Naomi. E li trovo pure stilosi se devo dirla tutta.
Per cui per me questo momento di gloria in perfetta tendenza jungle che da qualche stagione rallegra i nostri guardaroba e le nostre case, se lo meritano pure.
E mi scuso con la Ferragni, ma qui devo intervenire e palesare che la flamingo-mania non è scoppiata per suo lungimirante merito o grazie ai suoi recenti post su Instagram come alcuni hanno scritto di recente, bensì il merito, se proprio dobbiamo darlo a qualcuno in ambito di fashion, lo darei a chi ha deciso di riproporre il pattern qualche tempo prima.
Insomma, diamo a Cesare quel che è di Cesare, e cioè allo statunitense Marc Jacobs che già nella sua collezione PE 2015 avevano deciso di adottarli per le sue creazioni mettendoli su felpe, camicie, zaini, t shirt etc..



Poi, che tutti siamo pazzi per la flamingo-mania, anche quello è un altro paio di maniche.
Vestirmi di fenicotteri rosa dalla testa ai piedi non è che proprio rispecchi la mia aspirazione in fatto di abbiglio estivo, ma devo ammettere che stanno gremendo per bene tutto l’emisfero [almeno sappiamo perché c’hanno quella silhouette da invidia] per cui chiamarla flamingo-mania non è un’esagerazione.
Il tormentone resiste e persiste anche per questo 2017, portando la nostra testolina in luoghi lontani e paradisiaci anche se siamo davanti al nostro pc di casa (ndr almeno io lo sono).





I fenicotteri rosa, con il loro fare così blando e il loro planare elegante e spensierato, hanno contaminato anche accessori per la casa, cover per telefoni, gonfiabili da piscina, mug per la colazione, bigiotteria, cuscini, plaid e altri tessuti casalinghi, zerbini, complementi da giardino, tende da doccia, block notes, carte da parati, costumi, ciabatte a anche il mondo beauty, rendendo tutto così vintage e in perfetto stile pop art.
Se anche voi volete farvi rapire dal #flamingomood, in giro ci sono un sacco di proposte stravaganti, dalle più care alle più richieste low cost. Poi se c’avete la brama di vederli di persona questi volatili pink, prenotatevi una vacanza sulla Flamingo Beach ai Caraibi.
Sono davvero ovunque e l’effetto rosa shocking è assicurato!

Francesca Maria
     

 

Breakfast at Tiffany's Copyright © 2011-2017 - Powered by Blogger

Alcune immagini contenute nel sito sono prelevate da fonti di pubblico dominio.
Chiunque ne detenesse i diritti d'autore è invitato a contattarmi tramite email per l'immediata rimozione delle stesse.